Tofu tricolore

La cucina tradizionale, in Romagna, è semplice e povera, in seguito, vedremo qualche ricetta, ma è molto calorica e ricca di grassi: oggi i tempi sono cambiati e la gente lavora di più in ufficio che in campagna e difficilmente riesce a smaltire le calorie del pranzo o della cena. Conducendo una vita sedentaria si finisce per ingrassare e si devono trovare quindi, anche ricette che non creano problemi alla linea. Qualche volta, nella pausa pranzo, invece di andare alla solita mensa aziendale, si può portare il pranzo da casa preparando qualche ricetta semplice e leggera.    (Continua…

Molto facile da preparare può essere un’insalata di pollo o una macedonia con tofu che si possono portare con se anche quando si va al mare, al lago o in viaggio.

Il tofu, è il formaggio di soia, presente da millenni nella cucina giapponese e orientale, è un alimento che si può tranquillamente inserire anche nella nostra cucina e nella dieta mediterranea, perché è molto versatile e si può utilizzare come ingrediente di ricette dolci o salate.

Il tofu, si può fare in casa preparando prima il latte di soia ottenuto dai semi, o si trova in commercio già pronto nei negozi di prodotti biologici. Per fare in casa il tofu, si devono lasciare a bagno i fagioli di soia per una notte, si butta l’acqua, poi si frullano, aggiungendo dieci parti d’acqua, rispetto al peso della soia, e si porta a bollore, continuando la cottura per altri quindici minuti, quindi, filtrare il liquido attraverso un telo, poi aggiungere il Nigari, un cloruro di magnesio che si trova in vendita nei negozi specializzati, sciolto in un po’ di liquido. In sostituzione, si può utilizzare anche del succo di limone. Dopo venti minuti, inizia il processo di coagulazione, versarlo lentamente in un colino con un telo di cotone sul fondo, ricoprire con un telo e un coperchio, dopo un’ora appoggiare sulla superficie un altro peso e fare sgocciolare ancora un’ora.

A differenza dei formaggi tradizionali, non contiene grassi dannosi che possono aumentare il colesterolo. Qui di seguito, propongo una ricetta che abbina il tofu ad ingredienti italiani. Il tofu, si presta a diverse preparazioni, fritto, alla griglia, per ripieni, caramellato, in insalata…e si può tagliare a listarelle, a cubetti, a fette, a scaglie…

Ricetta per una porzione; per più persone, moltiplicare gli ingredienti. Versione estiva e autunnale.

Tofu tricolore

Tofu naturale: g 100

Mela: mezza

Kiwi: uno

Melagrana: mezza

Pompelmo rosa: mezzo

Fruttosio: 1 cucchiaino (facoltativo)

Preparare la macedonia: sbucciare la mela e il kiwi. Sul tagliare, tagliare a cubetti il tofu, la mela, il kiwi. Spremere il pompelmo con lo spemi agrumi e sgranare la melagrana. Mescolare gli ingredienti in una ciotola, unire il succo di pompelmo. Lasciare insaporire qualche ora in frigorifero con coperchio. Chi vuole, può aggiungere anche trenta grammi di parmigiano a cubetti.

In estate, si può sostituire la melagrana con fragole o ciliegie.

Inviate le vostre ricette personali col tofu, e saranno pubblicate.     info@mancinigabriella.it

Tags: , , , , , , ,

Un commento a “Tofu tricolore”

  1. missini scrive:

    Codesto intervento mi trova realmente d’accordo. Nella mia opinione il blog http://www.mancinigabriella.it è scritto francamente bene, lo adoro.
    Bel lavoro davvero, buona giornata.

    altri suggerimenti sono visitabili a questo link

Lascia un commento