I pericoli e le illusioni dei vaccini

Con fretta e furia e in modo autoritario, zittendo le voci che non si sono adeguate, senza dare nessuna informazione, spiegazione o motivazione alla popolazione, in Italia è stato introdotto l’obbligo di dieci vaccinazioni, senza alcuna necessità. Non c’è nessuna emergenza sanitaria tale da giustificare e un così elevato numero di vaccinazioni, obbligatorie senza una preventiva valutazione dei rischi. La salute pubblica, non si tutela introducendo “alla cieca” un numero spropositato di vaccinazioni. Questo è un provvedimento vessatorio e anticostituzionale, in quanto va contro la libertà di cura sancita dalla Costituzione, certamente indotto esclusivamente da motivi economici da parte di partiti politici irresponsabili. Si tratta dell’ennesimo spreco di soldi pubblici e forse l’unica motivazione è il finanziamento dei partiti da parte della potentissima industria farmaceutica.

Troppe vaccinazioni hanno un costo importante per il servizio sanitario nazionale. La scusa della tutela della salute pubblica, è un argomento che riesce a far presa facilmente sull’opinione pubblica, ma non si tiene conto dei dettami della Costituzione e dell’esercizio della libertà di cura, calpestando i diritti di quelli che sono contrari. L’obbligatorietà dei vaccini è in contrasto con la legge principale dello Stato, la Costituzione, della quale si deve tenere presente, quando sono promulgate nuove leggi dello Stato. Non si possono emanare leggi in contrasto con la Costituzione e che non rispettano la libertà di cura, si tratta solo di un abuso. A mio pare, è un provvedimento illegale, attuato da politici per finanziare la campagna elettorale, in uno Stato dove il popolo non conta più nulla, e i politici per il finanziamento, si affidano alle multinazionali, in quanto sono stati soppressi quelli pubblici. Prima di imporre un tale provvedimento, in contrasto con la Costituzione, si sarebbe dovuto sottoporre la materia a referendum, e ad ampia discussione, ma in prossimità delle elezioni in fretta e furia i politici impongono la somministrazione dell’ennesima porcheria al popolo italiano. Il loro obiettivo era quello di fare le cose in modo di fornire minori informazioni possibili alla popolazione, e ci sono riusciti, dimostrando la loro arroganza. Esistono molti autorevoli pareri sui danni causati dai vaccini e credo che non hanno torto. Non si esclude che qualche vaccinazione sia utile, ma imporne dieci solo per favorire le case farmaceutiche che non sono certo in deficit, come le casse dello Stato italiano, sono un po’ troppe. Sui motivi dell’introduzione di un tale obbligo, ci sono appunto diverse ipotesi, in primis, la corruzione. Le imprese farmaceutiche, più di ogni altra, hanno i mezzi per corrompere il ceto politico. Molti ricorderanno l’episodio più eclatante di corruzione nel settore sanitario, con “l’affaire” Poggiolini ai tempi di tangentopoli.

Con l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti e se un’impresa finanzia un partito, vuol vedere un ritorno economico, non lo fa certo per beneficenza. Dopo di ciò che mi è accaduto, diffido delle vaccinazioni; per una immunizzazione, ho avuto tanti problemi, ma è difficile dimostrare i danni causati da vaccini e farmaci. Ho avuto occasione di parlare con molta gente e ho capito che alcuni medici approfittano dell’ignoranza in materia medica delle persone, ma prima di arrivare a prendere una posizione contraria alla vaccinazione di massa, mi sono documentata molto sulla medicina ufficiale e quella naturale e i danni dei vaccini possono essere superiori ai benefici. La funzione della vaccinazione è quella di distruggere il sistema di difesa dell’organismo e i vaccinati, non sono immuni dalle malattie per le quali sono stati vaccinati. A mio parere si specula sulla pelle dei bambini e sul fatto che la gente non conosce la medicina, la vaccinazione serve solo ad inoculare altre malattie senza che la gente se ne accorga. L’obbligo di dieci vaccinazioni, è un abuso del quale dovrebbe occuparsene anche la magistratura, oltre a creare danni alle persone, si danneggiano anche le casse dello Stato. L’unica vaccinazione di cui ci sarebbe bisogno, è quella contro l’Aids, ma nonostante gli ingenti finanziamenti, non riescono (o non vogliono?) a trovare il vaccino, ma creano dei farmaci molto costosi che cronicizzano la malattia. Che abbia ragione chi sostiene che l’Aids è un virus inventato a danno della popolazione mondiale? In ogni caso, invece di trovare soluzioni risolutive, si cerca di tenere il malato in uno stato di bisogno e di cure a vita, e questo fatto riguarda diverse patologie croniche fra quelle esistenti. Le vaccinazioni, serviranno solo a creare nuovi malati. In nessun periodo storico, si sono mai visti tanti ammalati come nella società di oggi e la maggior parte delle malattie deriva da una alimentazione scorretta e contro natura.

Chi vuole tutelare la salute pubblica, deve imporre delle sanzioni all’industria alimentare che inventa dei prodotti che non sono compatibili con la natura umana e fanno aumentare a dismisura tante patologie che non esistevano prima dell’industrializzazione degli alimenti. Non si fa prevenzione delle malattie con una imponente vaccinazione di massa, ma con un corretto stile di vita alimentare.

C’è un piccolo libro, scritto da un Igienista americano, nel secolo scorso, Herbert Shelton, ancora attuale e che merita di essere letto, anche se le vaccinazioni di oggi possono sembrare meno dannose di quelle di allora. Il libro è “DANNI CAUSATI DA VACCINI E SIERI” che ora si trova anche in rete. Per chi non sapesse chi sono gli Igienisti, farebbe bene a documentarsi, in quanto aiutano la gente a condurre uno stile di vita sano per prevenire ogni tipo di malattia in modo naturale e senza l’uso di farmaci. Non è certamente un caso se l’Igienismo è nato in America dove quasi tutta l’assistenza sanitaria è a pagamento da parte del malato. Chi paga di tasca sua, sta più attento a non ammalarsi, e si impegna maggiormente a trovare soluzioni alternativa, cercando di prevenire le malattie con uno stile di vita sano.  Non intendo criticare il sistema sanitario del nostro paese, “all’avanguardia”, solo in alcune regioni, creando una differenza fra gli abitanti dello stesso paese, ma credo che l’obbligo di così tante vaccinazioni sia un abuso degno di condanna. Altri libri che aprono gli occhi sulle vaccinazioni, sono pubblicati dalla casa editrice Macro Edizioni  nella Collana “Ciò che i dottori non dicono”, fra questi “I VACCINI SONO UN’ILLUSIONE”, dell’immunologa Tetyana Obukhanych, la quale sostiene che la vaccinazione compromette il sistema immunitario; come volevasi dimostrare.

C’è da augurarsi che la materia sia rivista dagli esponenti  del nuovo Governo, in quanto il precedente governo di disperati e non eletti, che si è insediato  abusivamente, ha cercato di mettere a tacere ogni forma di volontà e libera scelta del popolo italiano e di contribuire alla distruzione della democrazia. A mio parere, imporre delle vaccinazioni  senza che ce ne sia la necessità, serve solo ad inquinare e ad ammalare ancora di più l’organismo. Chi è contrario alle vaccinazioni, per la tutela della salute dei propri figli, deve evitare la scuola pubblica italiana. Chi ha introdotto un simile provvedimento, è un analfabeta o un criminale. Non ci sono alternative.

Tags: , , , ,

Lascia un commento