MANCINI GABRIELLA

L’autore del blog è diplomato al Liceo Artistico ed ha frequentato la Scuola di Grafica Pubblicitaria.

A causa di frequenti contrasti con la madre più giovane del padre Gabriella si trasferisce a Rimini, dove rimane fino al 2000.  Lavora un anno in un laboratorio d’arte e restauro e dal 1978 al 1987 apre uno studio d’arte, e cartelloni pubblicitari. Nello stesso tempo, lavora nel settore turistico alberghiero per qualche mese d’estate. Scriverà anche la prima critica per Paola Petrini. Nel 1987, smette di dipingere, e prosegue con successo la compagna di liceo Paola Petrini di Cesenatico che per Gabriella era come una sorella e l’ accompagna spesso alle mostre e vincerà anche un concorso di pittura a Milano. Dopo il concorso, Paola è invitata a fare una mostra e i committenti milanesi, vorrebbero che Paola si trasferisca a Milano, perché avevano capito che aveva talento; ma non lo fece, per non dare un dispiacere alla famiglia e preferì restare in Romagna e spedire i quadri ai galleristi di Milano. Dopo l’esito del Concorso del 1984 e la mostra a Milano, Paola fu motivata ad impegnarsi sempre di più nella pittura ed aumentarono anche i committenti. Nel 1987 Gabriella cambia settore e riceve un mandato di rappresentanza per la zona di Rimini dalla Ditta VIP  e nel 1988 ha fondato la ditta CGM e inizia a collaborare con aziende dell’italia settentrionale e comincia a frequentare fiere e feste di partito e a viaggiare in Italia e all’estero. Nel 1988, fu chiamata a lavorare alle poste a Forlì, ma rinunciò, perché aveva appena aperto la ditta e il lavoro statale e quello indipendente non erano compatibili. Nello svolgimento dell’impresa, ha subito tanti contrasti, da vari soggetti. Nel 1996, apre anche un ufficio a Cesena. Frequentando mostre e fiere, colleziona libri di varie materie che poi darà alle biblioteche. Dopo il 2000, si dedica ai corsi di cucina, e collabora con chef della riviera romagnola, per conoscere le tecniche della cucina alla quale non ha mai dedicato il suo tempo. A causa dei frequenti viaggi era costretta a fermarsi alle mense aziendali.  Per vedere solo alcuni quadri di Paola, visitate il sito: www.paolapetrini.it

Scrivi al blog