Letizia Malpassi

La giovane pittrice Letizia Malpassi espone nella Repubblica di San Marino.

Dal 7 al 20 maggio 2011 le opere sono in mostra al Centro sociale di Dogana.

La prima mostra si è svolta a Rimini nel mese di Febbraio presso la Sala degli Archi dove ha ottenuto un gran successo di pubblico.

Le opere di Letizia Malpassi ci parlano del suo amore per la vita, che Letizia esprime attraverso il gioco affascinante dell’arte. Letizia con le sue opere ci parla dei progetti, dei sogni, delle sue illusioni, di luoghi immaginari e reali, vicini e lontani.

Lo stile compositivo è molto personale ed eterogeneo riflette e amalgama le esperienze e diversi stili artistici, da vita, ad un’estetica originale e a volte incantata.

Spesso le immagini richiamano figure di pittori e scultori che s’inseriscono in un nuovo ambiente in cui il presente si confronta col passato prefigurando un futuro in cui l’utopia continuerà ad esistere e a parlarci sottovoce.

Spesso le immagini si legano a suggestioni, o visioni reali ed estetiche dell’oriente, lo tsunami che l’artista porta nel suo mondo e nella pittura confermandoci ancora come tra sogno e realtà, tra contingenze e utopie, tra sofferenze e speranze non vi è una divisione netta come del resto tra i vari stili e le tecniche pittoriche che Letizia utilizza con maestria e originalità.

Lo stile della Malpassi spesso allude ad elementi di grafica pubblicitaria per poi aprirsi alla pittura ad olio decorativa e astratta, al simbolismo e ad un realismo fantasioso, al disegno artistico con i pastelli e la sanguigna, per realizzare in una dimensione concreta e utopica immagini sognanti e quotidiane, a volte legate a simboli e astrazioni e a volte tragicamente immanenti, rappresentando così la società con la sua umanità, i sogni, l’impegno, le sofferenze, le contraddizioni e le sue speranze. Il reale diviene tragico, come accade nella vita vissuta. L’artista con un segno pittorico attraente e fantasioso, spesso  richiama anche il fumetto artistico e  trasfigura gli aspetti più angoscianti della vita creando “alter ego”, “doppi”, che sanno indicare una nuova vita dando speranza e motivazioni. L’artista è spesso ispirata anche da un forte sentimento religioso che oltre a spingerla ad una ricerca spirituale, talvolta la conduce anche a dipingere figure religiose dai tenui colori, senza tempo, che di volta in volta richiamano l’iconografia di varie parti del mondo, Europa, America Latina, Oriente, ecc. evidenziando come queste e numerose altre icone ed influssi culturali siano presenti nel suo sentimento e nell’immaginario.

1) Ingresso a San Marino da Dogana – foto

2) Natura morta con buccia di mandarino – olio su tela

3) L’attrice e il gigolo – tempera

4) Il bambino dello tsunami – olio su tela

5) Figura astratta – tecnica mista

Letizia Malpassi – tel. 339 8781372 – Galleria:  http://galleriadarte.newshoponline.it

Tags: , ,

5 Responses a “Letizia Malpassi”

  1. […] italiana di questo periodo storico, dovrebbe servire almeno ad estendere la fondazione di musei; chiudendo alcuni centri commerciali, si potrebbero recuperare le strutture per fare i musei, […]

  2. […] Provincia di Rimini, si è formata nel 1992, dividendosi da quella di Forlì. Nel 2009, ha ampliato il suo territorio […]

  3. […] San Marino, il nucleo principale della mostra, si trova nel Centro Congressi Kursaal, qui sono esposte le macchine, i Codici, la Gioconda e l’Ultima cena. Con la tecnologia informatica, il visitatore, […]

  4. […] Paola, ispirata da questi artisti, cominciò a produrre i primi dipinti ad olio e ad esporli nelle gallerie locali. Era molto determinata e cercava di apprendere i “segreti” del mestiere, senza dover […]

  5. […] vera, qualcosa di raro e prezioso che non tutti avevano la fortuna di vivere. L’amicizia fra donne è la più difficile da realizzare, perché alla fine si litiga sempre per via degli uomini. Noi […]

Lascia un commento

Questo blog non utilizza alcun tipo di cookie di natura statistica o di marketing.